Giro della Foce foto Le_vie_del_Brigante_DSCN8121.JPGGiro della Foce foto Le_vie_del_Brigante_DSCN8124.JPGGiro della Foce foto Le_vie_del_Brigante_DSCN8127.JPGGiro della Foce foto Le_vie_del_Brigante_DSCN8128.JPGGiro della Foce foto Le_vie_del_Brigante_DSCN8132.JPGGiro della Foce foto Le_vie_del_Brigante_DSCN8137.JPGGiro della Foce foto Le_vie_del_Brigante_DSCN8138.JPGGiro della Foce foto Le_vie_del_Brigante_DSCN8143.JPGGiro della Foce foto Le_vie_del_Brigante_DSCN8144.JPGGiro della Foce foto Le_vie_del_Brigante_DSCN8153.JPGGiro della Foce foto Le_vie_del_Brigante_DSCN8156.JPGGiro della Foce foto Le_vie_del_Brigante_DSCN8158.JPGGiro della Foce foto Le_vie_del_Brigante_DSCN8159.JPGGiro della Foce foto Le_vie_del_Brigante_DSCN8163.JPGGiro della Foce foto Le_vie_del_Brigante_DSCN8164.JPGGiro della Foce foto Le_vie_del_Brigante_DSCN8169.JPGGiro della Foce foto Le_vie_del_Brigante_DSCN8171.JPGGiro della Foce foto Le_vie_del_Brigante_DSCN8176.JPGGiro della Foce foto Le_vie_del_Brigante_DSCN8178.JPGGiro della Foce foto Le_vie_del_Brigante_DSCN8179.JPGGiro della Foce foto Le_vie_del_Brigante_DSCN8181.JPGGiro della Foce foto Le_vie_del_Brigante_DSCN8182.JPGGiro della Foce foto Le_vie_del_Brigante_DSCN8183.JPGGiro della Foce foto Le_vie_del_Brigante_DSCN8185.JPGGiro della Foce foto Le_vie_del_Brigante_DSCN8186.JPGGiro della Foce foto Le_vie_del_Brigante_DSCN8187.JPGGiro della Foce foto Le_vie_del_Brigante_DSCN8193.JPGGiro della Foce foto Le_vie_del_Brigante_DSCN8194.JPGGiro della Foce foto Le_vie_del_Brigante_DSCN8195.JPGGiro della Foce foto Le_vie_del_Brigante_DSCN8198.JPGGiro della Foce foto Le_vie_del_Brigante_DSCN8201.JPGGiro della Foce foto Le_vie_del_Brigante_DSCN8202.JPGGiro della Foce foto Le_vie_del_Brigante_DSCN8203.JPGGiro della Foce foto Le_vie_del_Brigante_DSCN8205.JPGGiro della Foce foto Le_vie_del_Brigante_DSCN8207.JPGGiro della Foce foto Le_vie_del_Brigante_DSCN8208.JPGGiro della Foce foto Le_vie_del_Brigante_DSCN8209.JPGGiro della Foce foto Le_vie_del_Brigante_DSCN8215.JPGGiro della Foce foto Le_vie_del_Brigante_DSCN8223.JPGGiro della Foce foto Le_vie_del_Brigante_DSCN8224.JPGGiro della Foce foto Le_vie_del_Brigante_DSCN8225.JPGGiro della Foce foto Le_vie_del_Brigante_DSCN8227.JPGGiro della Foce foto Le_vie_del_Brigante_DSCN8230.JPGGiro della Foce foto Le_vie_del_Brigante_DSCN8231.JPG

 

 

Il percorso denominato Giro Della Foce è un percorso ad anello così chiamato dal  nome di un luogo che lo attraversa : La Foce. Non presenta eccessive difficoltà se non  quelle legate alla sua lunghezza, percorrere questo sentiero  richiede infatti dalla 4 alle 5 ore di cammino. Questo tratto ci porta a contatto con la natura che avvolge i monti dai quali prende forma la quinta valle di sinistra della Val Graziosa di Calci, a pochi chilometri da Pisa.
Il giro della foce, che ha la paticolarità di avere tratti similari  ad una vera e propria strada per qualche centinaio di metri addirittura  asfaltata, ci conduce in mezzo alla macchia mediterranea con alberi di medio ed alto fusto; macchia ricca di selvaggina dove, con un pò di fortuna si può incontrare qualche simpatico abitante di questi boschi.
Il panorama che si apre alla vista è qualcosa di veramente bello ed originale, stiamo infatti  percorrendo i Monti Pisani che  nel loro piccolo sanno comunque regalarci grandi emozioni.
Non vi racconto altro, voglio lasciare in voi la curiosità e la voglia di percorrerlo

EQUIPAGGIAMENTO
Scarpe da trekking, zaino con il necessario individuale, GPS, mappe, cellulare (e cuffie), torcia, carta e penna, borse di plastica, kit di pronto soccorso con disinfettante, cerotti, bende, etc., un coltellino multiuso con i diversi utensili di taglio, un accendino o dei fiammiferi, una coperta isotermica (non indispensabile ma molto utile se siamo in difficoltà), un fischietto per segnalare la nostra presenza in caso di problemi, acqua e cibo. Uno studio preventivo del percorso, una lettura sulla storia dei luoghi che andremo a visitare, in questa sezione troverete già del materiale capace di stimolare la vostra curiosità.
RIFERIMENTI CARTOGRAFICI
Cartina:100.000 Lucca Foglio 105 I.G.M.
Carta turistica dei sentieri 1:25.000 MONTI PISANI E COLLINE LIVORNESI

RACCOMANDAZIONI
Tenete sempre ben in mente che noi siamo GLI OSPITI di questa natura non i proprietari, quando avremmo finito il nostro cammino, dobbiamo restituire il bosco meglio di come ci è stato consegnato alla nostra partenza, in che modo ?! Semplice, raccogliendo qualche cartaccia se ne troviamo, se qualche rovo intralcia il cammino accorciamolo quel tanto che basta a mantenere in sentiero libero, non raccogliamo ne fiori ne piante di alcun genere, anche se la tentazione è fortissima; limitiamoci ad ammirare e fotografare, questi sono gli unici due "saccheggi" che fanno sentire la natura orgogliosa di noi. Piccoli gesti che permettono di conservare un patrimonio che appartiene a tutti noi.

 
INQUADRAMENTO TOPOGRAFICO